top
footer
cerca
areetematiche
menu
SEI QUI:
Ascolta

Eventi


Settimana di


Incremento ippico 

Scheda incremento ippico


La Regione, attraverso l'Ufficio di Incremento Ippico con sede in Foggia, provvede al mantenimento degli stalloni di pregio, all'ordinamento del servizio di monta e alla gestione dei depositi di cavalli stalloni nonché agli interventi tecnici per il miglioramento delle produzioni equine. Nel particolare questi i compiti dell'Ufficio:

- Favorire lo sviluppo, il miglioramento e la valorizzazione delle razze equine e delle produzioni tipiche regionali, elaborando in particolare precisi indirizzi per quanto attiene: parco stalloni, parco fattrici, incentivi per l'allevamento, fecondazione naturale ed artificiale delle fattrici di tutte le razze, anche attraverso il mantenimento delle stesse negli impianti e scuderie gestiti dall'Istituto.

- Predisporre il programma dell'attività riproduttiva, definendo il piano delle stazioni di monta e quello degli stalloni a ciascuna assegnati, tenendo conto della distribuzione territoriale delle diverse razze equine ed in particolare delle fattrici.

- Provvedere agli adempimenti di cui alle leggi regionali, Del. Cons. Reg. n° 68/96, e statali, legge 30/91, D.M. n° 172/94 e legge 280/99, in materia di riproduzione equina.

- Acquistare, prendere in comodato e/o in affitto un adeguato numero di stalloni idonei dal punto di vista genealogico, morfologico e funzionale alle esigenze produttive del territorio e per il miglioramento delle produzioni equine da impiegare a condizioni vantaggiose per gli allevatori pugliesi.

- Concedere in uso, in affitto e/o in comodato stalloni di proprietà regionale ad Enti, Associazioni, Consorzi o privati allevatori, allo scopo di favorire al massimo grado la fecondazione delle fattrici e servire in modo capillare gli allevamenti pugliesi. o Collaborare nelle attività di selezione delle produzioni equine allevate in Puglia di concerto con le organizzazioni del Libri Genealogici ufficiali, Associazioni ed Enti pubblici nazionali e locali.

- Vigilare sulla tenuta dei Libri Genealogici e Registri Anagrafici delle popolazioni risalenti a gruppi etnici locali, ai sensi dell'art. 8 del D.M. Risorse Agricole del 12/07/1995.

- Organizzare e/o partecipare a mostre, rassegne, mercati-concorso e manifestazioni ippiche connesse con la selezione e la valorizzazione dell'allevamento equino pugliese.

- Promuovere ed effettuare studi, indagini, ricerche, mappature genetiche, sperimentazioni sul cavallo e sulla riproduzione equina, anche in collaborazione con Istituti Universitari, Enti ed Associazioni di settore.

- Collaborare all'organizzazione di corsi di formazione professionale, qualificazione, specializzazione ed aggiornamento per il personale operante nel settore ippico.

- Svolgere azione di assistenza tecnica e propaganda nei confronti degli allevatori e operatori del settore ippico.

- Consentire l'utilizzazione degli impianti dell'Istituto per l'addestramento e preparazione a concorsi e manifestazioni allevatoriali dei cavalli di proprietà di allevatori regionali.

Realizzare un collegamento sistematico con Enti, Associazioni di allevatori o di razza per l'attuazione delle linee di intervento settoriale.

- Promuovere in collaborazione con Enti, Istituzioni ed Associazioni, quelle iniziative di carattere terapeutico volte al recupero del disabile a mezzo del cavallo (ippoterapia).

- Detenere, ai sensi del D.M. 24347 del 5-11-2003, l'Ufficio Provinciale del Registro Anagrafico delle Razze Cavallina delle Murge ed Asinina di Martina Franca.

ultimo aggiornamento: ven, 17 aprile 2015 @ 11:00